• La Marmora casamuseo slide 1
  • la marmora sala dei castelli
  • palazzo la marmora giardino
  • palazzo la marmora giardino 01
  • CASAMUSEO

    Da otto secoli casa La Marmora
  • CASAMUSEO

    Da otto secoli casa La Marmora
  • CASAMUSEO

    Da otto secoli casa La Marmora
  • CASAMUSEO

    Da otto secoli casa La Marmora

IN EVIDENZA


 

SALA DEL CAMINO

SALA DEL CAMINO

Il salone del Camino ha ospitato la collezione storica dei ritratti Savoia di casa La Marmora fino agli anni ’80, come era consuetudine presso le famiglie piemontesi vicine alla Dinastia. Oggi un prezioso albero genealogico realizzato a inizio ‘700 e una serie di ritratti raccontano le origini della famiglia Mori Ubaldini degli Alberti e il perché della loro presenza a Biella in Palazzo La Marmora. Un grande camino di marmo rosa reca il motto della famiglia “Non nomine nobis sed nomine tuo da gloriam”.




ALCOVA

ALCOVA

L’alcova, che ospitava un letto a baldacchino, oggi fa da palcoscenico alla grande tela di Pietro Ayres, La famiglia Ferrero della Marmora, opera eseguita nel 1828 e raffigurante la generazione della famiglia Ferrero La Marmora che fu protagonista del Risorgimento. Alcuni ritratti raccontano come i La Marmora a cavallo del 1800 furono costretti a trovare un compromesso tra il desiderio di mantenere inalterata l’antica fedeltà ai Savoia e la necessità di entrare nel nuovo regime napoleonico: Tommaso Ferrero della Marmora accompagnò in esilio Carlo Emanuele IV di Savoia e sua moglie Maria Clotilde di Francia (ritratti nella sovra specchiere), Raffaella incontrò di persona Napoleone Bonaparte.

SALA DEI CASTELLI

SALA DEI CASTELLI

La sala dei Castelli è un punto chiave per la storia del Biellese e dei Ferrero di Masserano e dei Ferrero della Marmora: l’affresco che decora la volta riproduce al centro una delle più antiche vedute della città di Biella, nelle lunette e nelle vele località biellesi e piemontesi che furono possedimenti feudali della famiglia. Tutto intorno alle pareti corre un fregio composto da 127 stemmi che descrivono i matrimoni dei Ferrero della Marmora dal 1430 ai giorni nostri. Completano la sala alcuni ritratti su tela e antiche vedute del giardino con la sua Torre.



SALA DEI MOTTI

SALA DEI MOTTI

La sala dei Motti è una sala seicentesca con la volta affrescata con raffigurazioni di animali a cui sono abbinati dei motti di saggezza: “s’una mano nol frena a nulla giova" è il motto che commenta la lunetta dov' è raffigurato il cavallo! I mobili e le nature morte provengono dal Castello di San Martino a Minerbio (Bologna), dimora della famiglia dei Conti Cavazza: nel 1945 Marilina Cavazza sposò Guglielmo Mori Ubaldini degli Alberti La Marmora e portò con sé a Palazzo La Marmora l’eredità di famiglia.

SALOTTO VERDE

SALOTTO VERDE

Il salotto verde. La volta decorata a grottesche realizzata per  celebrare l'unione tra i Solaro di Moretta e i Ferrero della  Marmora del 1623, fu dipinta dal pittore Girolamo Marinelli, originario di Assisi. Oggi accoglie i ritratti di tre interessanti figure: Filippo Ferrero della Marmora, grande diplomatico della corte Savoia nell’Europa del ‘700, Vittorio Filippo Principe di Masserano, ritratto dalla famosa pittrice di corte Maria Giovanna Battista Clementi detta  La Clementina, sir Edward Berthie Mathew, padre della nobildonna inglese che sposò Alfonso La Marmora. Infine due donne inportanti di casa La Marmora: Cristina San Martino d’Aglié di San Germano e Raffaella Argentero di Bersezio.

SALA DEI MOTTI

SALONE GALLIARI

Salone da ballo con affreschi di Giovannino Galliari (1746-1818), figlio di Fabrizio Galliari. Il salone a pianta rettangolare è decorato a trompe l’oeil che ricopre interamente le pareti e il soffitto voltato a botte: una simulazione di boiserie a riquadrature corre lungo le pareti. Al centro delle composizioni sono raffigurati Apollo, la Morte, L’Italia e Minerva, e le Muse sopra alle porte. La cornice della volta è costituita da una balaustra su cui sono raffigurate le Arti con le fattezze di putti.

Da otto secoli casa La Marmora: le molte anime di una Casa Museo.
Palazzo La Marmora e' collocato al Piazzo, borgo storico di Biella.
E’ un esempio di dimora storica che ha conservato attraverso i secoli la sua originaria struttura unitaria dal punto di vista architettonico, ma anche arredi, quadri ed archivi che testimoniano sia le vicende delle diverse generazioni della famiglia proprietaria, sia, di secolo in secolo, aspetti della storia, dell’arte e dei costumi delle varie epoche.
Da piu' di vent’anni questa dimora storica e' aperta alle visite.

la marmora.net

 

ferrero la marmora itinerari

 Palazzo la marmora logo

 

rete museale biellese

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti per migliorare ed ottimizzare la fruizione dei contenuti da parte dell'utente.
Chiudendo questo banner acconsenti al loro impiego in conformita' alla nostra Cookie Policy.